In attesa del big match

Pubblicato il ottobre 4, 2011 di

1


Dunedin, 1 ottobre. Ci siamo. Dopo un mese a zonzo per la Nuova Zelanda è arrivata la vigilia della partita che aspettavamo. Italia-Irlanda…chi vince puó continuare a sognare, chi perde torna a casa (a parte noi che comunque restiamo).
Ad accoglierci a Dunedin una simpatica coppia di pensionati che hanno trasformato la loro casa storica (qui quando una casa ha oltre 100 anni ci tengono a sottolinearlo) sulla Maori Hill in un accogliente Bed & Breakfast. Ci è costato un occhio della testa, ma ne è valsa la pena (e poi qui in città è tutto esaurito da mesi a causa della fitta delegazione irlandese che ha letteralmente invaso Dunedin). Dopo settimane di ostelli essere accolti con una tazza di tea ed una buonissima fetta di torta home made ci ha fatto un pò effetto!

Posate le valige e consumato il nostro tea delle 5, ci siamo diretti in centro dove una marea verde stava già mettendo a ferro e fuoco i pub dell’Ottagono (cosi viene chiamato il centro di Dunedin a causa della sua forma). Per fortuna, dopo un mese la tifoseria azzurra si conosce quasi tutta e ci siamo uniti agli altri ragazzi per una serata a base di rugby, pizza, birra, nuove amicizie irish e tantissime risate. D’altra parte, a dispetto delle città visitate sinora, Dunedin offre anche una discreta vita notturna grazie alle migliaia di studenti che compongono oltre 1/5 della popolazione locale. Ne abbiamo cosi approfittato per vivere una serata diversa dal solito in questa città dal chiaro stampo gaelico (è stata fondata dagli scozzesi che ne hanno influenzato fortemente l’architettura in muratura) che ci ha stupito per la sua bellezza e vivacità.
Unica nota dolente: la colazione spaziale del nostro B&B a base di uova, bacon, pankcake, latte, cereali, marmellata e frutta viene servita solo sino alle 8.30… Se il rientro a casa è alle 3 del mattino la sveglia può risultare impegnativa.
Unica nota polemica (e concedetemene una dopo mesi di blog!): nella mia, forse bacchettona, visione dello sport anche i giocatori che vanno in tribuna dovrebbero evitare di andare in giro sino all’alba per locali. Comunque vada ci sarà tempo di festeggiare dopo la partita!
Detto questo vi saluto…vado a lottare per la patria, sono previsti 17,000 irlandesi a fronte di 300 italiani…

D.

Postilla: a presto resoconto della giornata della partita e grandi foto in arrivo!!

About these ads
Pubblicato in: NZ project, RWC 2011