Jumirah open beach e safari fra le dune del deserto.

Pubblicato il settembre 2, 2011 di

1


Il secondo giorno a Dubai comincia presto, e dopo una colazione ricca di calorie dolci e salate decidiamo di avventurarci per il posto che tutte le guide nominano per un certo motivo. Il comodissimo servizio navetta dell’ albergo ci scorta fino alla famosa Jumira beach, la spiaggia pubblica di Dubai, una lunga distesa di sabbia chiarissima a 2000 gradi!!  A questo punto inizia a presentarsi il problema che la rende particolare. Premettiamo che le spiagge non sono luoghi frequentati da donne, se non raramente e interamente coperte.  Come si puo’ immaginare la presenza femminile desta scalpore, curiorita’ e sguardi tutt’ altro che discreti…. Quando arrivi in spiaggia ti si apre un mondo! Per primo e’ vietato fare foto… ;) Appena arrivi in riva al mare ti accorgi che la spiaggia e’ piena di indiani, tutti uomini, con canotta e slip, che sono li solo per praticare una sorta di caccia alle turiste.  Funziona cosi’: la ragazza si siede e si mette in costume e tac, casualmente intorno a lei ( anche se con amico, amante o fidanzato) si fiondano allegre combricole di ometti che fanno finta di parlare ai cellulari…. Il problema e’ che quei cellulari, in 3 secondi ti hanno fatto 10 fotografie! Tra le foto e gli sguardi da radiografia la cosa risulta pesante dopo un po’ … Ma tranquilli, la soluzione si chiama bagnino!! Oggi lo abbiamo visto in azione piu’ volte. Arriva, fischia e manda letteralmente via i ragazzi che nuotano nelle vicinanze di qualche fanciulla: un giustiziere! ;)   Alla fine possiamo dire che per godersi il mare e l’acqua a 35 gradi vi consigliamo decisamente una spiaggia privata, lungo la costa ce ne sono diverse e con pochi soldi si sta tranquilli ci hanno detto.

Il nostro pomeriggio prosegue poi con il ritorno all’ albergo e un rilassante bagno in piscina; sole, 42 gradi e in programma una bella gita.  Alle 16 partenza: safari nel deserto!! Il viaggio per raggungerlo ci ha permesso di fare un bel tour guidato di Dubai, gentilmente offerto dal ragazzo indiano che guidava il fuoristrada e che insisteva anche per segnalarci tutti i mall della citta’, shopping shopping e ancora shopping…. Non siamo soli in questo viaggetto, una simpatica coppia indiana, probabilmente amica dell’ autista, si aggiunge al tour e alle 18 arriviamo al punto di partenza del safari. Ci fanno salire su un altro fuoristrada, piu’ vecchio e usurato e Il tour inizia. Le dune di sabbia finissima occupano tutto l’ orizzonte, una meraviglia con la luce bellissima del tramonto!  Ci hanno fatto allacciare le cinture e siam partiti a tutto gas. I fuoristrada vanno veloci, sgommano, saltano, si lasciano scivolare sulla sabbia… Davvero divertente! Un rally fra le dune del deserto che merita di essere fatto… Ogni tanto capita qualche intoppo (come macchine piantate nella sabbia), ma tutto si risolve in fretta e i turisti come noi ne approfittano per fare tante foto.  Proseguiamo il nostro rally spericolato ed arriviamo al villaggio dove faremo cena; io e Dani facciamo un giretto sul cammello, esperienza breve ma intensa ;) . Dopo ci siamo diretti all’ interno del villaggio addobbato per i turisti; abbiamo fatto una prova di come saremmo se vivessimo qui negli emirati …vedere foto annessa e infine spettacolo e cena sotto le stelle. Davvero niente male!!  Soprattutto da segnalare che qui vige ancora una vecchia regola del galateo: lady first! Le donne vengono fatte passare avanti per fare le code per la cena, ed anche in metropolitana e sui mezzi pubblici hanno spazi e scompartimenti riservati e controllati… Non male vi assicuro!! :)   Direi che la giornata e’ stata intensa, ma davvero indimenticabile… Le foto (quando riusciremo a caricarle!) daranno almeno una piccola idea delle nostre notti d’ oriente…. :)

R.

About these ads
Pubblicato in: NZ project