Rugby World Cup 2011 – Pool A

Pubblicato il agosto 14, 2011 di

3


Considerato che il NZ project è nato dall’idea di andare a vedere il mondiale di rugby, a 25 giorni dal calcio di inizio è doveroso un approfondimento sull’evento. Per cominciare, vediamo quali sono le squadre impegnate nella rassegna iridata, utilizzando come chiave di analisi quello che è da anni un mio pallino: le magliette da gioco.

Poiché nel Bel Paese siamo maestri di stile, per rendere il rugby più italian-friendly ho pensato di organizzare una Fashion World Cup al fine di eleggere la squadra più “stilosa” del torneo. Le regole sono le stesse della vera RWC: qualificate ai quarti le prime due di ogni girone, poi quarti, semifinali e finale ad eliminazione diretta.

Prima puntata dedicata alle squadre del girone A. (per maggiori info http://www.rugbyworldcup.com/home/standings/pool=A/index.html).

CANADA

BRAND: Kooga

CARATTERISTICHE: foglie di acero traslucide nella trama della maglia

CHANCES IRIDATE: sconfitte onorevoli (non me ne vogliano i canadesi)

 

 

 

 

 

FRANCIA

BRAND: Nike

CARATTERISTICHE: sfumature blu a ricordare tutti i colori delle maglie francesi del passato. Potrebbe essere l’ultima marchiata Nike (si mormora di un passaggio ad Adidas, viaggio inverso rispetto al calcio che nell’ultimo anno ha visto la transizione dalle 3 strisce allo swoosh)

CHANCES IRIDATE: esprimendo il loro classico rugby champagne, i galletti possono giocarsi un posto per le semifinali

 

JAPAN

BRAND: Canterbury of New Zealand

CARATTERISTICHE: le storiche strisce orizzontali bianche e rosse sono un pò sacrificate a favore del rosso nella parte inferiore della maglia

CHANCES IRIDATE: con Francia e Nuova Zelanda possibilità di qualificazione ridotte allo zero, l’obiettivo sarà mantenere il primato asiatico sconfiggendo Tonga

 

 

NUOVA ZELANDA

BRAND: Adidas

CARATTERISTICHE: tutta nera come da tradizione con colletto bianco in onore delle maglie All Blacks del passato, tra cui la vittoriosa divisa del RWC 1987. Scaramanzia?

CHANCES IRIDATE: il mondiale giocato in casa ed uno stato di forma superlativo li rendono i favoriti d’obbligo. Mi ricorda gli ultimi 4 mondiali…

 

 

TONGA

BRAND: Kooga

CARATTERISTICHE: all red, con motivi floreali traslucidi nel tessuto delle maniche

CHANCES IRIDATE: scalare il ranking mondiale con qualche buona vittoria su Canada e Giappone

 

 

 

 

 

Concludendo. Rugbisticamente parlando Francia e Nuova Zelanda non dovrebbero avere grossi problemi nel passaggio del turno. Stilisticamente parlando, la Kooga non ha espresso il suo meglio nelle maglie monocolore di Tonga e Canada quindi a giocarsi un posto ai quarti restano All Blacks, Francia e Giappone. Personalmente ho sempre avuto un debole per la maglia del Giappone e le sue strisce orizzontali vecchio stile (seppure sacrificate nel modello mondiale) che si guadagnano il primo posto nel girone. Nella sfida tra titani per il secondo posto utile alla qualificazione premierei invece la tradizione tutta nera. L’azzardata scelta transalpina è senza dubbio creativa, ma potrebbe piacere come no…e a me non piace.

Voi che ne pensate? La classifica non è ancora definitiva…commentate per ribaltare il verdetto!

A presto con gli altri Pools,

D.

About these ads
Pubblicato in: RWC 2011